HomeDREAMMaputo, Mozambico – Lancio del Movimento IO DREAM
24
Giu
2008
24 - Giu - 2008



Una manifestazione con più di 700 persone, attivisti e attiviste, ha sancito il lancio del Movimento panafricano IO DREAM, sabato scorso, a Maputo. 

Sono venuti dai vari bairros della città, da Boane, da Matola, da Machava, da Benfica. Sono venuti dai centri DREAM e anche da altre parti della Grande Maputo, gli attivisti e gli amici del Movimento EU DREAM (IO DREAM appunto in portoghese).  “Siamo tutti attivisti. Dobbiamo unirci ogni giorno di più, perchè la lotta contro l’ HIV/SIDA é impegnativa, ma uniti possiamo vincerla!”, ha detto dal palco Percina Nassone. “Se i risultati del programma DREAM in Mozambico, in sei anni di attività, sono quelli che conosciamo, più di 15.000 persone in trattamento, più di 30.000 in assistenza, più di 4.000 bambini nati sani, senza il virus, significa che siamo sulla buona strada. C’è bisogno di lottare ogni giorno contro qualsiasi forma di discriminazione! Dobbiamo essere in tanti e dobbiamo essere uniti”.

Il Movimento internazionale “EU DREAM” è nato dal programma DREAM (Drugs Resources Enhancement against Aids and Malnutrition), nel 2003 in Mozambico. A Maputo, perché è in questa città che è iniziato il Programma della Comunità di Sant’Egídio, nel 2002. Oggi il Programma è presente in 10 paesi africani ed anche il Movimento si sta internazionalizzando. 

Nei prossimi mesi numerose saranno le manifestazioni di presentazione pubblica del Movimento, in diversi paesi africani. 

Stewart Sukuma, cantante mozambicano molto conosciuto in Africa e la sua banda, hanno animato l’evento. “Sono onorato di contribuire a questa causa che deve vedere tutti impegnati, in prima persona. In un certo senso tutti noi africani siamo infettati da questo virus. La musica è per sognare e per lottare. Il messaggio di speranza che il Movimento EU DREAM lancia qui a Maputo deve essere preso molto sul serio. Bisogna pensare alle giovani generazioni come fa DREAM. C’è bisogno di sognare con DREAM!”, ha detto il cantante, visibilmente commosso, dopo che un gruppo di bambini ha lanciato palloncini colorati verso il cielo d’Africa con il Manifesto del Movimento.

Al lato del palco, un tessuto colorato con l’arcobaleno, il simbolo dell’alleanza e della pace, ha fatto da sfondo al padiglione della Estrela Vermelha che ha continuato a riempirsi di gente da tutta Maputo. 

Il presidente del Consiglio Municipal, Eneas Comiche, che ha aperto con un saluto la manifestazione, riferendosi al video DREAM appena proiettato ha detto:  “Il vídeo che abbiamo visto è la testimonianza che è possibile eliminare questa pandemia. É una testimonianza di coraggio! Abbiamo ascoltato una donna che diceva: ‘Io non sono un fantasma! Voglio anche io impegnarmi con voi nella lotta contro lo stigma e la discriminazione. Una persona isolata dalla sua comunità è una persona infelice e propensa a non curarsi. La solidarietà è una necessità e deve essere un impegno per noi tutti!” 

Alla fine del suo discorso, ha invitato Ana Maria Muhai, una delle prime attiviste del Movimento e la testimonial appunto del video proiettato, sul palco, per abbracciarla e ringraziarla a nome di tutti i presenti. I insieme hanno ballato sulle note del canto EU DREAM, e la manifestazione si è conclusa con una festa gioiosa che ha coinvolto tutti gli attivisti presenti.

 

 

 

Rassegna Stampa:

notícias

domingo

 

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM