Piccolo paese dell’Africa australe, incastonato tra il Sudafrica e il Mozambico, l’Eswatini è composto da una popolazione di soli 1 milione e 140.000 abitanti, di cui il 76% vive in zone rurali.  Negli ultimi anni l’aspettativa di vita è molto cresciuta, ma si attesta ancora a 55 anni per gli uomini e 63 per le donne.

Il tasso di mortalità materna è molto più elevato dei paesi vicini: 437 morti materne per 100.000 nati vivi a fronte delle 289 del Mozambico e delle 119 del Sudafrica. Anche la mortalità infantile è ancora molto alta, con 36 morti ogni 1.000 nati vivi. L’Eswatini, inoltre, detiene il triste primato di Paese con la più alta prevalenza di infezione da HIV al mondo: il 27,3% della popolazione adulta è sieropositiva. Tale percentuale sale addirittura al 35% se si considera la popolazione femminile. Anche la prevalenza di co-infezione HIV/TB è tra le più alte al mondo. Allarmante anche il dato relativo ad alcune malattie non trasmissibili sono in rapida crescita nel Paese, solo diabete e insufficienza renale colpiscono il 13,5% della popolazione.

Il Sistema sanitario nazionale cerca di rispondere alle esigenze sanitarie della popolazione con le poche risorse disponibili. La salute è la terza voce del budget statale, solo dopo l’educazione e la sicurezza nazionale. Uno dei punti deboli del sistema è la scarsa disponibilità di personale sanitario e l’arretratezza delle infrastrutture. Il rapporto è di un medico ogni 6.600 abitanti.

 

DREAM in Eswatini

Il programma DREAM sostiene il più grande ospedale della regione Lubombo, nell’est del paese. La Comunità di Sant’Egidio interviene nella regione più povera, al confine con il Mozambico, dove la popolazione vive in gran parte in aree rurali. La collaborazione con il Good Sheperd Mission Hospital è nata alcuni anni fa con l’appoggio ai servizi di HIV e TB. L’ospedale è situato a Siteki, la più importante città della regione, e offre una vasta gamma di servizi.

 

PROGETTI
NEWS
NEWS
NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM