HomeDREAMNigeria: Missione DREAM nel gigante anglofono dell’Africa occidentale
15
Mar
2006
15 - Mar - 2006



Dal 16 al 24 febbraio una missione DREAM si è recata in Nigeria, il gigante anglofono dell’Africa occidentale scosso – anche nelle scorse settimane – da tensioni confessionali particolarmente violente, un paese ricchissimo di petrolio la cui popolazione vive però tra grandissime difficoltà, non ultima delle quali la diffusione dell’AIDS.

Lo scopo della missione DREAM era appunto quello di esplorare le possibilità di espansione del programma di terapia antiretrovirale nel paese.

In Nigeria, in effetti, sta dando ottimi frutti il proficuo rapporto di collaborazione nato negli ultimi tempi con la Congregazione delle Figlie della Carità di san Vincenzo de’ Paoli, un rapporto che interessa anche altri paesi africani. Grazie all’accordo stipulato a Parigi con la Congregazione un anno fa, è stato possibile nei mesi scorsi iniziare, all’interno di un centro di salute vincenziano situato alla periferia di Abuja, la capitale nigeriana, i lavori per la costruzione di un laboratorio di biologia molecolare la cui apertura è prevista a maggio, un laboratorio che costituirà il cuore della possibilità di terapia per i tanti malati della città e per gli eventuali centri satellite.

 

La Nigeria colpisce per il grande divario di ricchezza che esiste tra una ristretta minoranza di ricchi e la stragrande maggioranza della popolazione che vive nelle brulicanti periferie di città immense, nel caos di un traffico perenne alimentato da benzina non raffinata che finisce per avvolgere tutto in una densa cappa di aria inquinata.

E’ in questo quadro di contrasti che si inserisce anche il discorso AIDS. Pur vivendo una situazione differente rispetto agli stati dell’Africa australe, colpiti più pesantemente dalla pandemia da HIV, la Nigeria ha comunque un tasso di sieropositività della popolazione adulta che è calcolato da UNAIDS nel 5,4%, uno dei più alti di tutta l’Africa occidentale. Trattandosi di un paese di 125-130 milioni di abitanti, si può immaginare il dramma sociale ed umano di un 5,4% che vuol dire più di cinque milioni di persone (la Nigeria è dunque, in termini assoluti, dopo il Sudafrica, il paese con il maggior numero di sieropositivi di tutta l’Africa).


DREAM può rispondere alla domanda di speranza e di guarigione di cui soffre questo immenso popolo di sieropositivi e di malati, (in totale il sistema sanitario statale ha in cura meno di 50.000 sieropositivi). Ecco, allora, che l’offerta delle Figlie della Carità di estendere la terapia antiretrovirale in Nigeria è giunta particolarmente gradita.

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM