HomeDREAMRoma: Conferenza Internazionale DREAM – Anche noi vogliamo vivere !
19
Mag
2006
19 - Mag - 2006



 IV Conferenza Internazionale
Anche noi vogliamo vivere !
La cura dei bambini HIV+ in Africa

Si è svolta l’altro ieri a Roma, nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, la IV Conferenza Internazionale DREAM, dal titolo Anche noi vogliamo vivere. La cura dei bambini HIV+ in Africa.

Nel corso del convegno, cui hanno preso parte la moglie del presidente della Repubblica mozambicano, il neo-ministro della Salute italiano, on.le Livia Turco, ma anche numerosi ministri della Sanità o loro rappresentanti di vari paesi dell’Africa subsahariana (Camerun, Costa d’Avorio, Ghana, Guinea Conakry, Guinea Bissau, Kenya, Lesotho, Liberia, Malawi, Mozambico, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Zambia), sono state presentate le relazioni dei professorii Maria Cristina Marazzi e Leonardo Palombi, di DREAM, e della prof.ssa Karin Nielsen, del Department of Pediatrics dell’Università di Los Angeles.

Altri interventi sono stati quelli dei rappresentanti dell’UNICEF, del World Food Program e della World Bank, nonché del ministro della Sanità del Malawi, on.le Hetherwik Ntaba.

Una testimonianza particolarmente bella e toccante è stata quella di una rappresentante mozambicana dell’associazione delle attiviste legate a DREAM, “Mulheres para o DREAM”, la sig.ra Cacilda Isabel Massango: “Mi sono lasciata alle spalle atteggiamenti di sfiducia ed ora ho un’altra visione perché mi rendo conto che con il mio lavoro per DREAM posso essere d’aiuto al mio Paese”, ha detto.

Tutto il convegno ha costituito un’occasione preziosa per rilanciare con forza il diritto alla cura di un intero continente, l’Africa, ed in particolare delle sue generazioni più giovani, nonché per richiamare l’urgenza di un intervento finalmente equo ed efficace da parte delle agenzie internazionali.
E’ stato citato il messaggio del 1° dicembre 2005 in cui l’inviato speciale dell’Onu per l’ HIV/AIDS in Africa, Lewis, diceva: “E’ terribile pensare che milioni di bambini che avrebbero dovuto essere vivi, sono morti semplicemente perché il mondo impone una oscena divisione tra ricchi e poveri. Perché tolleriamo che esistano due regimi di cura, uno per l’Africa e un altro per i paesi ricchi? Perché tolleriamo la carneficina dei bambini africani e salviamo la vita di ogni bambino occidentale?”.
Mentre in Occidente, infatti, grazie alla terapia antiretrovirale delle madri, non nascono quasi più bambini sieropositivi, nel continente africano centinaia e centinaia di migliaia di bambini nascono già infetti ed il 60% di essi non raggiunge il quinto ann

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM