HomeDREAMUna storia dal Malawi – Brilliant, lo splendore della vita
22
Mar
2007
22 - Mar - 2007



Lo vedo. Finalmente è uscito dall’ospedale …. Gli chiedo come sta e lui mi risponde con un filo di voce ed un bel sorriso: "Sto bene, grazie. Sono molto contento. E tu come stai?". Gli rispondo: "Bene anch’io, grazie! sei molto gentile. Sono contenta di rivederti". Lui si preoccupa di me, mi chiede come sto!

Brilliant dice di essere contento. Contento di cosa? Ha 14 anni, ma ne dimostra otto, è malato, molto malato. E’ un nostro paziente, un piccolo paziente del centro DREAM di Blantyre, in Malawi. Non cammina, perché non ha quasi più muscoli. E’ talmente magro che le sue ossa, ricoperte solo da un sottile strato di pelle, si riconoscono con facilità. E sono mesi che ha la diarrea e vomita.

Ma lui è contento. E’ uscito dall’ospedale ed è venuto al centro DREAM per fare le analisi e prendere le medicine. E’ contento innanzi tutto perché si sente meglio. E poi perché gli fa piacere rivedere chi gli vuole bene e lo accoglie con tanta tenerezza. E’ contento anche di aspettare il suo turno per vedere il medico, l’importante è non tornare in ospedale. Con noi si sente al sicuro. Non si lamenta di niente. In definitiva, è contento di vivere.
Si chiama Brilliant, ed è un miracolo che viva. Così dice Piero, uno dei medici italiani che accompagnano il lavoro dei dipendenti malawiani di DREAM.

Qui tutti lo conoscono e tutti gli vogliono bene. E’ molto famoso a DREAM. Lo conosciamo da non molti mesi, l’abbiamo incontrato quando già stava parecchio male. Ma ci siamo dedicati a lui con passione. Hilda, un’attivista del centro, lo segue a casa ed in ospedale. Parla con i suoi genitori, li aiuta a sperare e dice loro sempre che davvero Brilliant è splendente, che vale come e più di un brillante.

Lavoriamo e preghiamo perché possa continuare a vivere, perché possa star meglio. Gli regaliamo un pallone, lui lo desidera da anni. Vorremmo tutti vederlo giocare e correre dietro quel pallone. Hilda afferma che un giorno Brilliant diventerà l’uomo più importante del Malawi e del mondo intero …. Per noi lo è già.

Guardandolo il nostro cuore si spezza in due, ma lui, con il suo sorriso e la sua speranza, ce lo ricompone e ci regala un sentimento di gratitudine e di gioia. E’ la gioia della vita stessa. A Brilliant basta vivere, mentre a noi non basta mai il nostro benessere. Di fronte a Brilliant ed al suo bel sorriso vorrei dire con forza e non dimenticare mai che anche a me basta che lui viva. 
 

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM