HomeDREAMMaputo, Mozambico – XI Corso panafricano di formazione
02
Ago
2007
02 - Ago - 2007



DREAM: UM MODELO DE TRATAMENTO DA INFECÇÃO HIV/SIDA

6-14 SETTEMBRE
COMPLEXO KAYA KWANGA
MAPUTO

Comincia il 6 settembre, e continua fino al 14, l’XI Corso panafricano di formazione, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, a Maputo, per operatori sanitari che lavorano nel settore dell’HIV/Aids e nella terapia antiretroviral.

Il corso, completamente gratuito, è diviso in vari moduli e sarà teorico e pratico, per ciascuna delle figure degli operatori sanitari.

Il principale obbiettivo è la formazione e la capacitazione di personale sanitario per la conoscenza dell’eziologia, la diagnostica, la clinica e il trattamento delle infezioni da HIV/Aids. Sarà approfondita particolarmente la metodologia del programma DREAM.

In questo corso, oltre a molti operatori del programma DREAM in Mozambico e in altri paesi, partecipano medici e altro personale sanitario delle Direzioni Provinciali di Salute (DPS) di molte province mozambicane e degli ospedali centrali di Maputo, Beira e Nampula.

DREAM (Drug Resource Enhancement against Aids and Malnutrition), elaborato e implementato dalla Comunità di Sant’Egidio, dà grande enfasi alla formazione, lavorando esclusivamente con personale locale: medici, tecnici di medicina, infermieri, biologi, tecnici di laboratorio, farmacisti e attivisti. Dal 2002 il programma DREAM ha formato più di 2.500 operatori tra medici, tecnici di laboratorio, coordinatori di centri, farmacisti, operatori domiciliari e attivisti.

Gli oltre 200 partecipanti del corso di quest’anno provengono da quasi tutte le province del Mozambico, e da vari paesi, alcuni dei quali dove già è implementato il programma DREAM: Nigeria, Malawi, Kenia, Guinea Conacry, Angola, Repubblica Democratica del Congo, Camerun, Costa d’Avorio, Guinea Bissau, Burundi e Vietnam.

Uno dei moduli del corso è dedicato agli attivisti, che quest’anno vengono dal Mozambico, Malawi, Angola e Guinea Conacry.

Per loro, sono previste lezioni speciali per la loro attività che assicura il monitoraggio della terapia, attraverso le frequenti visite a domicilio, che garantiscono anche un supporto umano e psicologico.

Nel caso delle donne incinte, le lezioni sono dedicate al counselling nutrizionale, alla preparazione corretta del latte artificiale, alla raccomandazione dell’uso del filtro per l’acqua e alla spiegazione di misure di igiene.

Gli attivisti promuovono autentiche e costanti campagne di informazione pubblica, lavorando nei quartieri di residenza. Come dice Ana Maria Muhai, un’attivista mozambicana dell’Associazione “Mulheres para o DREAM”: “Oggi i miei vicini mi chiamano ambulanza. Vengono a casa mia a tutte le ore. Quando qualcuno sta male, bussano alla porta, perfino a mezzanotte, per chiedere consigli, per chiedere aiuto.”

“In totale, possiamo calcolare che circa 500.000 persone in tutti i paesi africani dove stiamo presenti hanno beneficiato delle attività del programma DREAM,” ricorda il Professor Leonardo Palombi, direttore scientifico del programma.

Tra i pazienti che attualmente sono in trattamento antiretrovirale, ci sono molti bambini, e “costituiscono uno dei gruppi più numerosi in età pediatrica trattati in Africa”, dice il Professor Palombi.

Essendo una delle preoccupazioni più rilevanti della comunità scientifica, quest’anno è stato, nel contesto del corso, un workshop specifico, di livello avanzato, per approfondire alcune delle priorità come l

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM