HomeDREAMR. D. del Congo – Il Ministro della Sanità visita il centro DREAM di Kinshasa
08
Set
2013
08 - Set - 2013



Il programma DREAM è presente nella Repubblica Democratica del Congo dal febbraio del 2009, quando è stato aperto a Mbandaka il primo cento DREAM nel paese. Nel 2011 è stato aperto un secondo centro nella periferia di Kinshsa; dall’inizio delle attività più di 13.000 persone sono state raggiunte dal programma e 1.500 pazienti sono attualmente in cura.

Il 29/08/2013 il ministro della Sanità Pubblica del governo congolese, il Dr. Felix Kabange, si è recato in visita al centro DREAM Floribert Bwana Chuy, a Kinshasa. Il centro, inaugurato nel luglio 2011, ha già raggiunto oltre 5.000 persone con le attività di testing e counselling e ha preso in cura più di 600 pazienti HIV positivi. “Sono rimasto veramente impressionato dalla qualità del lavoro del centro DREAM, dove le persone vengono prese in cura globalmente, secondo tutti gli aspetti della loro vita” ha dichiarato il ministro al termine della visita. Improvvisando una breve conferenza stampa con i molti giornalisti presenti, ha poi parlato sia in francese che in lingala, per invitare la popolazione congolese a recarsi al centro DREAM senza aver paura dell’AIDS.

La Repubblica Democratica del Congo è un paese di 72 milioni di abitanti, la capitale Kinshsa ne ospita più di 10 milioni. I dati sulla diffusione dell’HIV nel paese sono scarsi e poco recenti; le Nazioni Unite riportano una prevalenza media del 4,3% nel 2008, mentre nelle principali città del paese avrebbe raggiunto il 10%; tra le donne incinte viene riportata una prevalenza del 1,9%, ma la disponibilità dei test nelle maternità è molto scarsa. Il paese, seppur ricco di grandi risorse minerali ed energetiche, è sceso all’ultimo posto per indice di sviluppo umano 2013 essendo classificato come paese più povero del mondo insieme al Niger. Qui il centro DREAM offre ai pazienti cure di eccellenza e sostegno alimentare, e ogni giorno più di 1000 litri di acqua potabile alla popolazione della zona.

“Ici tout est gratuit” (Qui tutto è gratuito) : questa scritta posta ben visibile sulle mura del centro, ha colpito profondamente l’attenzione del ministro Kabange durante la visita. Di fronte ad una popolazione povera come quella di Kinshasa, abituata a pagare qualsiasi prestazione sanitaria, la sfida della gratuità lo ha spinto a dichiarare un sostegno concreto alle attività di DREAM.

Al termine dell’incontro, in un clima festoso, alcuni pazienti hanno poi voluto salutare il ministro, testimoniando personalmente la forza di una vita ritrovata.

 

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM