HomeDREAMDREAM alla 68th World Health Assembly: Global Health, HIV, nuove sfide
22
Mag
2015
22 - Mag - 2015



ginevra_IMG_0019Ginevra – Grande partecipazione al side event organizzato dal programma DREAM in partnership con le delegazioni italiana e mozambicana presso l’ Organizzazione Internazionale per la Salute, nell’ambito della World Health Assembly che si sta svolgendo nella sua sessantottesima edizione a Ginevra.

Tema dell’incontro è stato il programma DREAM come modello replicabile di salute globale in Africa; hanno preso parte all’incontro le più alte rappresentanze delle Agenzie Internazionali della salute e molte delegazioni di paesi africani e non solo.

Ha aperto i lavori il Ministro Consigliere Amedeo Trambajolo, Vice Rappresentante Permanente della delegazione italiana presso l’ OMS, ringraziando la il programma DREAM e gli ospiti intervenuti.

La dottoressa Marijke Wijnroks è intervenuta sul ruolo del Global Fund con particolare attenzione alle prospettive future della lotta all’HIV in un’ottica di eradicazione della pandemia.

Il dr. Gottfried Hirnschall, direttore del dipartimento HIV dell’OMS, ha sottolineato, tra l’altro, quanto il programma DREAM sia stato e continui ad essere un ottimo esempio di approccio olistico in una strategia di salute globale; tale approccio, ha continuato Hirnschall, è l’unico in grado di portare a vere vittorie nella lotta all’infezione da HIV.

Il dr. Mario Raviglione, direttore del Global TB Programme dell’OMS, ha evidenziato le problematiche relative alla coinfezione HIV e Tubercolosi, illustrando la strategia OMS che prevede l’eradicamento della Tubercolosi per il 2035. Solo un approccio basato su una strategia comune e combinata HIV e TB può portare al raggiungimento di tali ambiziosi obiettivi.

Il prof. Leonardo Palombi, direttore scientifico del programma DREAM, ha mostrato i tanti scenari che si aprono oggi per il futuro della sanità in Africa; tubercolosi, epatiti, ipertensione arteriosa, malnutrizione, salute materno-infantile, patologie metaboliche, prevenzione dei tumori femminili, sono solo alcuni dei temi affrontati dal programma DREAM in questi anni con grandi risultati, che rappresentano le sfide cruciali da affrontare in Africa nel prossimo futuro.

Il dr. Mouzinho Saíde, Viceministro della salute del Mozambico, ha ringraziato il Programma DREAM e la Comunità di Sant’Egidio per l’impegno nel paese sin dall’inizio della pandemia, evidenziando i grandi risultati ottenuti in questi anni nella lotta all’HIV. Ha inoltre sottolineato come il grande lavoro di DREAM nella formazione ha segnato in profondità il sistema sanitario mozambicano.

I tanti delegati presenti all’incontro hanno poi rivolto domande e osservazioni ai relatori. I partecipanti hanno sottolineato quanto l’incontro sia stato cruciale nell’esaminare l’impatto dell’infezione da HIV sulle sfide che i sistemi di salute africani dovranno affrontare nel prossimo decennio.

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM