HomeDREAMBeira, Mozambico – Cura dell’AIDS, lotta alla malunitrizione e alfabetizzazione per i “meninos de rua”
18
Mar
2012
18 - Mar - 2012


La first lady del Mozambico, signora Guebuza, inaugura il nuovo Centro Polivalente del programma DREAM


Inizia la cerimonia di inaugurazione e la sig.ra Gebuza prende la parolaE’ la novità della città e un ulteriore segno concreto della grande amicizia e dell’impegno per la pace, che lega Sant’Egidio al Mozambico.

Il Centro è significativamente situato nel quartiere di Praia Nova, un bairro molto centrale ma allo stesso tempo uno dei più poveri della città. La costruzione spicca per la sua bellezza e la cura dei particolari.

I malati e i bambini del centro nutrizionale hanno accolto gli ospiti della giornata, orgogliosi di poter mostrare la bellezza della loro nuova casa.

Il nuovo edificio, che copre una superficie di circa 3000 metri quadrati, è costituito da un centro nutrizionale per bambini poveri, da un laboratorio di biologia molecolare di alta specializzazione, e da un centro clinico DREAM per l’assistenza ai malati di HIV / AIDS della città.

Viene scoperta la targa del Centro PolifunzionaleIl programma Dream aveva iniziato la sua attività nella città di Beira, con un centro clinico nel bairro di Manga-Chingussura nel 2003. Questo centro ha attualmente in cura più di 5.000 malati di AIDS, con una media di 70 nuovi ingressi al mese. I malati che si rivolgono al centro per essere curati sono sempre di più, gli spazi sempre più angusti, per questo si è reso necessario costruire un nuovo centro per dare la possibilità a molti altri malati di essere curati.

Accanto al centro DREAM , c’è un centro nutrizionale dove ogni giorno potranno ricevere un pasto più di 1000 bambini, orfani o provenienti da famiglie molto povere. Il centro ha una piazza centrale dove giocare e divertirsi ma anche numerosi bagni e docce con acqua corrente che rappresentano la gioia e il divertimento quotidiano dei bambini.

La sig.ra Gebuza si intrattiene con i bambini ospiti del Centro NutrizionaleInoltre presto, nelle due aule del centro nutrizionale sarà possibile, grazie alla collaborazione con il Municipio di Beira, cominciare, un corso di alfabetizzazione per meninos da rua che successivamente saranno formati professionalmente come artigiani. Per la Comunità di Sant’Egidio investire sul benessere dei bambini è credere e costruire il futuro del paese.

Molte le personalità delle istituzioni che hanno partecipato alla cerimonia e che hanno potuto visitare il Centro Polivalente: il rappresentante del Ministro della Salute, politici, ambasciate, rappresentanti di ONG, l’amministratore apostolico della diocesi, missionari e rappresentanti delle varie comunità religiose. L’evento ha permesso a tutte le componenti della società civile di trovarsi insieme e di festeggiare la bella opera che non solo impreziosisce la città ma la rende più umana.

Il taglio del nastro

La cerimonia è stata preseduta dalla signora Maria da Luz Dai Guebuza, moglie del Presidente della Repubblica del Mozambico.

La signora Guebuza nel suo discorso ha sottolineato che questo anno è un anno speciale per il Paese, si celebra infatti il ventesimo anniversario della firma dell’Accordo di Pace, avvenuto a Roma, presso la sede della Comunità di Sant’Egidio il 4 di ottobre 1992.

Ha inoltre ringraziato la Comunità di Sant’Egidio che ha sempre camminato con il popolo mozambicano, nella lotta per raggiungere la pace, che è il bene più prezioso per il paese. La signora ha anche affermato che il Programma DREAM eleva la qualità delle cure per chi è malato di AIDS, e rappresenta un modello per il Paese nella lotta all’eliminazione del virus, specialmente con la cura delle donne incinta e la nascita di una generazione di bambini libera dall’AIDS. Prima di andar via, la moglie del Presidente, ha voluto piantare un piccolo albero nel centro nutrizionale, come segno della sua amicizia con la Comunità di sant’Egidio.

La sig.ra Gebuza si intrattiene con i bambini ospiti del centro nutrizionale

Il momento della benedizione dei localiUn momento della visita ai laboratori

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM