HomeDREAMBeira, Mozambico. Visita dell’ambasciatore italiano presso il Centro Polivalente della Comunità di Sant’Egidio
23
Gen
2013
23 - Gen - 2013



Beira è la seconda città del Mozambico e capitale della provincia di Sofala, dove vive il 20% della popolazione mozambicana.
Secondo una relazione del Governatore della provincia, Carvalho Muara, il tasso di prevalenza dell’HIV in Sofala è del 15.5% tra le persone di età compresa tra 15 e 49 anni. I pazienti trattati con farmaci antiretrovirali in questa provincia sono aumentati da 5.746 (dato del 2009) a 6.647 (nel 2010). Dati confermati dal Country Report 2012 dell’UNAIDS: in tutto il Mozambico la prevalenza dell’HIV è dell’11.3%, ma nella provincia di Sofala si raggiunge un valore più elevato, in particolare tra le donne in gravidanza, fra le quali il tasso è del 25-40%.

In tale contesto risulta ancora più importante la presenza del Centro Polivalente DREAM, che vede accanto al centro clinico per l’assistenza ai malati di HIV/AIDS, un centro nutrizionale, un laboratorio di biologia molecolare e una scuola per bambini di strada che, dopo un corso di alfabetizzazione, saranno formati come artigiani. Tale centro, situato in un quartiere molto centrale della città, Praia Nova e inaugurato a marzo 2012, è sostenuto tra gli altri anche dal Ministero degli Affari Esteri Italiano.

Il 22 gennaio l’ambasciatore italiano in Mozambico, Roberto Vellano, in visita a Beira per la firma del memorandum per la terza tranche del “Paddel” (il Programma di Sviluppo e Sostegno alle Amministrazioni locali della Provincia di Sofala finanziato dalla Cooperazione italiana), ha visitato anche il Centro Polivalente DREAM.

Accompagnato dai responsabili della cooperazione italiana a Maputo e a Beira, Vincenzo Oddo e Pietro de Carli, ha visitato i locali, seguendo il percorso che il paziente DREAM compie all’interno del centro: prelievo del sangue, visita medica, consegna dei farmaci fino all’integrazione alimentare. La delegazione ha incontrato il personale del centro, incluse le cuoche che stavano preparando il pranzo per i bambini del centro nutrizionale, rimanendo colpita dallo spirito di collaborazione esistente tra tutti gli operatori. Ha ricevuto inoltre il saluto di un bambino, Ribeiro di dieci anni, in rappresentanza dei bambini frequentanti la scuola di alfabetizzazione.

La visita dell’ambasciatore ha sottolineato l’importanza di un centro di eccellenza, quale è il Centro Polivalente DREAM, nella città di Beira: un centro che ridà speranza ad una popolazione che sembrava condannata dal virus dell’HIV. In particolare, sono sempre di più le donne in gravidanza sieropositive che si rivolgono al centro DREAM, vedendo nella somministrazione di antiretrovirali per la prevenzione della trasmissione madre-bambino, la speranza concreta di dare alla luce figli sani, liberi dall’HIV.

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM