HomeDREAMTubercolosi: farmaci simili a caramelle per i pazienti pediatrici
08
Gen
2016
08 - Gen - 2016



2016-01-08_caramelleMedicine come caramelle: potrebbe essere una risposta al difficile problema dell’aderenza al trattamento nei bambini. È una delle soluzioni proposte da TB Alliance ad una conferenza internazionale tenutasi a dicembre a Cape Town: una formulazione di farmaci antitubercolari con dosaggi pediatrici che si sciolgono in bocca, resi anche più appetibile grazie a sapori al gusto di caramelle. Una casa farmaceutica indiana avrebbe sviluppato queste nuove formulazioni, che dovrebbero essere disponibili già nei primi mesi del nuovo anno a cominciare dal Kenya, uno dei paesi più colpiti dalla malattia.

La tubercolosi colpisce ancora milioni di persone, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che nel 2014 ci siano stati circa un milione di nuovi casi di tubercolosi nei bambini e circa 140.000 morti a causa della malattia.

Una patologia ancora molto forte ma in declino: il tasso di mortalità per tubercolosi si è quasi dimezzato negli ultimi 25 anni e dal 2000 sono state salvate circa 43 milioni di vite grazie ai progressi nel trattamento. Tali progressi hanno spinto l’OMS a sviluppare dei traguardi ambiziosi per le prossime decadi (End TB Strategy)  fino alla riduzione del 90% dei nuovi casi di malattia per i prossimi 20 anni. Il programma DREAM della Comunità di Sant’Egidio è inserito in questa battaglia da tempo, essendo la tubercolosi una delle più diffuse  patologie nei paesi africani.

2016-01-08_tubercolosiI principali ostacoli al raggiungimento degli ambiziosi traguardi dell’OMS sono la scarsa diffusione dei programmi di cura (circa 3 milioni di pazienti sviluppano la tubercolosi ogni anno e non sono raggiunti dalla terapia), e l’aderenza dei pazienti al trattamento. L’aderenza è infatti un problema che si presenta con molte patologie, ma nel caso della tubercolosi riveste una particolare importanza. Il trattamento dell’infezione tubercolare è infatti molto lungo, almeno 6 mesi, e i problemi di aderenza sono particolarmente frequenti; inoltre, se non viene effettuato correttamente e portato a termine, può portare alla diffusione di resistenze ai farmaci. L’interruzione del trattamento è quindi un problema di sanità pubblica molto importante che richiede interventi mirati per massimizzare l’aderenza dei pazienti.

DREAM ha sviluppato programmi specifici per il controllo della tubercolosi (screening, diagnosi precoce, terapia). Ogni centro DREAM in Africa presta particolare attenzione al controllo della malattia, rendendo la diagnosi più rapida, il trattamento più tempestivo e riducendo la trasmissione del batterio. (Per approfondire leggi qui )

L’iniziativa delle nuove formulazioni pediatriche vanno in questa direzione: ridurre gli ostacoli per massimizzare l’aderenza nei pazienti pediatrici.

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM