HomeDREAMMozambico – XVII Corso di Formazione panafricano
02
Nov
2010
02 - Nov - 2010



Si è inaugurato a Maputo il XVII Corso di Formazione panafricano in collaborazione con il Ministero della Salute del Mozambico.
Il corso che si svolgerà dall’1 al 10 di Novembre, vede la partecipazione di professionisti della salute ed attivisti provenienti oltre che dal Mozambico, anche dalla Repubblica Democratica del Congo e dall’Italia.
La formazione di questi giorni si articola in due corsi differenti, il primo per medici, tecnici, infermieri e farmacisti, per un totale di circa 60 persone. Numerose quest’anno le presenze del personale sanitario che lavora nei centri di cura gestiti dal Ministero della Salute mozambicano e di personale di alcune ONG, come Medici senza Frontiere, che lavorano nel paese per la cura dell’AIDS.


Il secondo corso è destinato alla formazione della Società Civile, e vede la partecipazione dei rappresentanti delle associazioni di attivisti presenti in tutto il territorio mozambicano per un totale di circa 130 partecipanti. Entrambi i corsi è stato possibile realizzarli con il sostegno finanziario dell’Agenzia Francese per lo Sviluppo (AFD), il Consiglio Nazionale per Combattere l’AIDS del Mozambico (CNCS), l’Associazione della Cooperazione Tecnica Tedesca (GTZ) e la fondazione Levi- Montalcini.

All’inaugurazione sono intervenute numerose autorità, rappresentati del Corpo Diplomatico nel paese e di Istituzioni Internazionali ed ONG impegnate nel campo.
Un caloroso saluto è stato rivolto ai partecipanti da parte della rappresentante della Governatora della città di Maputo, dalla rappresentante del Programma delle Nazioni Unite per l’Alimentazione, con cui DREAM collabora ormai da molti anni per il sostegno nutrizionale ai malati in trattamento antiretrovirale. Inoltre, dall’Ambasciatore italiano, da una rappresentante delle associazioni per i diritti dei sieropositivi, dalla superiora provinciale delle Figlie della Carità, le quali realizzano il Programma DREAM nella provincia di Gaza, una delle più colpite del paese, dalla pandemia. Inoltre un cordiale saluto è stato rivolto ai corsisti, dal rappresentante della GTZ in Mozambico programma di cooperazione tedesco che finanzia diversi aspetti del programma DREAM.

Quest’ultimo rivolgendosi ai partecipanti ha raccontato la sua esperienza di visita ai centri DREAM e ha detto: “Quello che mi ha sempre colpito del programma è l’aver mantenuto in questi anni un alto livello di qualità ed eccellenza nella cura dei malati di AIDS. Il programma DREAM dà una particolare attenzione alla formazione del personale in Africa offrendo un elevato standard formativo, per questo siete qui. Ho apprezzato che DREAM lavora sempre con personale locale… DREAM non è mai sceso a compromessi con la qualità; ha sempre mantenuto in ogni campo l’eccellenza. DREAM non ha fatto nessun compromesso sulla pelle dei malati ed i suoi risultati sono evidenti. Mi ha sempre colpito l’aspetto sociale del programma e il coinvolgimento diretto del personale nella cura dei malati. Quando si va a visitare i centri DREAM si nota subito come tutti, medici, infermieri, si avvicinano ai malati, parlano e trattano con il malato, si vede come il paziente è veramente al centro del programma. Per la GTZ è un onore aver sostenuto questo programma fin dai primi anni e io spero che sia sostenuto anche nel futuro”.

Dopo i saluti e la proiezione di un breve video sul Programma è intervenuto Flavio Ismael, Segretario Esecutivo dell’Associazione DREAM in Mozambico, che ha dato il benvenuto ai corsisti e li ha invitati a non guardare a DREAM come un’istituzione: “Noi siamo solo un piccolo gruppo, molto sensibile alla situazione in cui i nostri fratelli malati soffrono, ma soprattutto siamo un gruppo di persone che credono di poter fare la differenza e in questo spirito, si dedicano anima e corpo al lavoro quotidiano con fedeltà e fraternamente aiutandosi con un lavoro di squadra per salvare vite innocenti e migliorare la qualità della vita della nostra popolazione A nome mio personale e a nome dei dipendenti di DREAM desidero ringraziare la Comunità di S. Egidio per averci infettati con questo virus, il virus della persistenza, della speranza, dell’amicizia e della vita. Per noi, per l’Africa, per l’Occidente, per il Mondo, per i nostri figli e per tutti quelli che verranno, grazie, continuate a replicare questo virus”.

Successivamente la dottoressa Rosa Marlene, in rappresentanza del Ministro della Salute, ha ricordato la lunga storia di collaborazione tra la Comunità di Sant’Egidio e il Mozambico “C’è bisogno di un approccio globale al malato di AIDS come quello del programma DREAM che garantisca la qualità della cura e la buona aderenza. Per questo dobbiamo continuare a lavorare molto insieme e Sant’Egidio è uno dei partner importanti del paese in questa lotta”.

Infine il corso è stato aperto dal viceministro del Ministero della Donna e dell’Azione Sociale, che ha sottolineato l’importanza della formazione per la società civile e ha invitato tutti ad unire gli sforzi in questa grande battaglia contro il virus.

Rappresentante GTZ

eng. Flavio Ismael

Dr.ssa Rosa Marlene

 

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM