HomeDREAMI due anni della Clinique DREAM di Bangui e la storia di Davilla
07
Lug
2021
07 - Lug - 2021


In occasione del suo compleanno, la Clinique Dream della Comunità di Sant’Egidio di Bangui in Repubblica Centrafricana il 04 luglio 2021 ha spento le sue seconde candeline, così tutta l’equipe si è riunita per riflettere insieme su questi 2 anni di attività che sono stati intensi, ma anche molto belli per i successi che abbiamo raggiunto con i nostri pazienti.


Questo ci dà molta soddisfazione professionale ma anche tanta gioia personale perché non abbiamo solo curato malattie, abbiamo cambiato la vita di tante persone, ci siamo presi cura di molti bambini che stiamo aiutando a crescere e, per questo vogliamo condividere alcune delle nostre riflessioni.

La Clinique Dream offre assistenza gratuita ai pazienti affetti da varie patologie croniche: HIV, Diabete, Ipertensione, il servizio prenatale di cura delle gestanti con prevenzione materno-infantile dell’HIV, Asma, Malattie renali, in questi anni sono più di 3.500 le persone a cui abbiamo offerto un servizio di prevenzione e diagnosi di queste patologie e sono 1.660 i pazienti attualmente presi in carico.

Abbiamo anche fatto un grande lavoro culturale e di educazione sanitaria in un paese dove non si conoscono o non si riesce a trattare le malattie croniche ma vogliamo sottolineare che una parte davvero consistente del nostro lavoro è riservata alla cura dell’Epilessia.

Durante questi 2 anni intensi di attività ci siamo resi conto di come questa malattia ha bisogno di essere presa in considerazione, infatti nel nostro paese non sono previste cure gratuite e sono molte le persone che ne soffrono.

Per comprendere meglio quanto grande sia la sofferenza che genera questa malattia vi raccontiamo la storia di una nostra giovane paziente che abbiamo preso in cura da più di un anno.

La paziente di 17 anni, che si chiama Davilla, abita in un quartiere popolare di Bangui e ha avuto un’infanzia molto difficile a causa dell’epilessia ma per la famiglia non era chiaro che fosse una malattia curabile. All’età di sette anni Davilla ha cominciato a soffrire di ripetute crisi che hanno sconvolto la sua vita e di conseguenza anche la possibilità di andare a scuola: al 2° anno di scuola elementare fino ad oggi ha smesso di frequentare perché le crisi epilettiche erano di una tale frequenza che la scuotevano gettandola per terra in continuazione.

La madre di Davilla ci ha raccontato a lungo di come è stata sconvolta la vita dell’intera famiglia. Qui nessuno pensa che l’epilessia sia una malattia ma, tutti noi pensiamo che venga dalla maledizione, dalla stregoneria che si impossessa dei corpi delle persone e diventa quindi pericoloso avvicinare chi ha le crisi perché può a sua volta essere colpito dalle convulsioni e quindi dalla maledizione. Hanno costretto tutta la famiglia a consultare gli stregoni per trovare una soluzione, hanno dovuto sottostare a riti particolari e strani regimi dietetici, sono stati in fine isolati dal resto del quartiere ma Davilla ha continuato ad avere convulsioni, anche più di sei crisi al giorno.

Ad un certo punto durante l’adolescenza hanno costretto Davilla in psichiatria pensando ci fosse anche la pazzia, durante tutti questi anni nessuno ha mai detto a Davilla e alla sua famiglia che era malata e che esisteva una cura fino ad aprile del 2020. In quel periodo , a causa delle condizioni di salute sempre più fragili,  Davilla era spesso ricoverata in ospedale ed è in questo momento che la sua mamma, ormai disperata,  viene a scoprire, attraverso altri genitori, che esiste un centro dove esiste un modo per aiutare la figlia . Già dopo solo un mese dall’ inizio del trattamento presso la clinique Dream Davilla ha migliorato decisamente le sue condizioni e ora, a distanza di un anno, le crisi sono quasi sparite!

La famiglia sta pensando di iscrivere Davilla a Scuola perché, malgrado i suoi 19 anni, non è capace a leggere e scrivere.

La vita, la speranza è tornata ed è una vera rivoluzione per la famiglia ma anche una buona notizia per tutto il quartiere: l’epilessia si può curare e non è una maledizione.

La famiglia di Davilla ci ringrazia sempre, siamo diventati non solo il centro sanitario dove curare la malattia ma un vero punto di riferimento come una famiglia.

Questa storia è la storia di Davilla ma è simile a quella di molti delle centinaia di pazienti adulti e bambini epilettici che abbiamo preso in carico ma sono ancora numerosi quelli che bussano alla porta e che ci chiedono la stessa speranza di futuro, con l’aiuto e il sostegno di tutti ce la faremo.

 

L’equipe della Clinique DREAM di Bangui.

 

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM