HomeDREAMLa nutrizione
11
Feb
2021
11 - Feb - 2021



L’alimentazione come noi sappiamo è un potente determinante della salute.

Le abitudini alimentari e gli stili di vita sono in grado di influire significativamente sulla salute e sulla qualità della vita. Oggi la situazione a livello mondiale è caratterizzata, come dice la FAO, da un paradosso su cibo e nutrizione.

Se da un lato la scarsità di cibo affligge molti Paesi in via di sviluppo e la denutrizione provoca ogni anno la morte di milioni di persone, in particolare bambini, dall’altro lato, soprattutto nei Paesi ad alto reddito, ma ormai anche nei paesi a risorse limitate, sovrappeso e obesità rappresentano un serio problema di sanità pubblica, essendo collegate all’aumento delle malattie non trasmissibili.

La situazione più comune nelle popolazioni dei Paesi a basso reddito è quella di una prevalenza ancora elevata di malnutrizione infantile e al tempo stesso l’incremento di sovrappeso e obesità negli adulti. In particolare la malnutrizione infantile è ancora un problema attuale e di estrema gravità nei paesi in via di sviluppo, in Asia e in Africa sub-sahariana.

Il programma DREAM della Comunità di Sant’Egidio sin dalla sua origine nel 2002, si è configurato come un programma di lotta all’HIV/AIDS e al tempo stesso alla malnutrizione.

Una priorità di DREAM è stata e resta spezzare il circolo vizioso che unisce l’AIDS alla malnutrizione.

Migliorare lo stato nutrizionale della persona con HIV migliora anche la sua sopravvivenza. Proteggere lo stato nutrizionale dei pazienti rallenta la progressione della malattia. DREAM dedica un’attenzione particolare a prevenire e trattare la malnutrizione nelle persone affette e nei bambini nati da donne sieropositive, attraverso la distribuzione di pacchi alimentari alle persone malnutrite o a rischio di malnutrizione. Tale distribuzione si effettua nei centri DREAM, in concomitanza con gli appuntamenti di salute del paziente, ed è quindi anche uno strumento per rinforzarne l’aderenza alle cure.

I pacchi alimentari sono costituiti da alimenti di base che possono essere utilizzati da tutta la famiglia, e il supporto nutrizionale è sempre accompagnato da sessioni individuali o collettive di educazione alla sana alimentazione, svolte soprattutto da personale non sanitario.

Particolare attenzione anche in ambito nutrizionale è rivolta alla coppia madre-bambino. 

Migliorare la qualità dell’alimentazione nelle donne in gravidanza diminuisce la percentuale di bambini di basso peso alla nascita, diminuisce i tassi di malnutrizione infantile, nonché la mortalità nei primi anni di vita. Sessioni specifiche sull’alimentazione del bambino, anche accompagnate da dimostrazioni pratiche, permettono di insegnare alle madri come alimentare correttamente il bambino durante lo svezzamento, fase critica in cui spesso insorgono stati di malnutrizione.

Per aiutare tanti bambini a crescere ed alimentarsi in maniera sana, DREAM ha realizzato 4 centri nutrizionali (2 in Malawi e 2 in Mozambico) dove ogni giorno più di 1200 bambini in età prescolare e scolare ricevono un pasto completo e nutriente. Si tratta di bambini vulnerabili, spesso orfani o bambini di strada.

Ma DREAM negli ultimi anni si è dovuto confrontare con nuove sfide: l’aumento anche in Africa del sovrappeso e dell’obesità, soprattutto nella popolazione urbana e che gode di un maggior benessere economico. È una sfida con cui confrontarsi: affrontare in contemporanea nelle stesse società malnutrizione per difetto e per eccesso.

DREAM 2.0 si colloca a pieno in questo scenario, con la lotta alle malattie non trasmissibili e quindi l’esigenza di favorire nella popolazione adulta l’adozione di comportamenti alimentari più sani come il consumo di grassi di elevata qualità, la riduzione dei carboidrati raffinati con incremento della quota di quelli integrali, e l’aumento del consumo di frutta e verdura, nonché l’incremento dell’attività fisica, tutti fattori sicuramente utili per la prevenzione e il controllo delle patologie croniche.

Fondamentale resta l’aspetto della formazione e della educazione alla salute, sia dei pazienti che degli stessi operatori sanitari.

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM