HomeDREAMIn Swaziland DREAM cresce, e si vede!
30
Giu
2016
30 - Giu - 2016



Swaziland-20160627-1Sono arrivati ormai quasi a quota 1500 i pazienti di DREAM a Siteki, capoluogo del distretto di Lubombo, in Swaziland. Si tratta dell’unica cittadina che si incontra sulla strada tra il Mozambico e Manzini, capitale storica del paese. A Siteki, fuori dal piccolo centro formato da una via di negozi, un albergo e un ristorante, circondato da mucche al pascolo, c’è il Good Shepherd Hospital, con il quale il programma DREAM ha iniziato a collaborare nell’ultimo anno. L’ospedale vanta molti anni di attività e molti sevizi attivi, ma negli anni ha sperimentato crescenti difficoltà nell’affrontare l’infezione da HIV, che nel paese arriva quasi al 30% di prevalenza; per questo negli ultimi mesi ha adottato il modello DREAM per la cura dell’infezione da HIV, per la prevenzione della trasmissione materno-infantile del virus, per la cura della TB e per il controllo della malnutrizione. Il software DREAM sta supportando i medici e gli infermieri nel loro lavoro e aiuta i coordinatori a gestire i problemi di retention dei pazienti. Dopo pochi mesi di implementazione attiva del programma DREAM, ci sono oggi in cura più di 100 donne incinte, oltre 1.200 pazienti con HIV, e un centinaio di pazienti con TB multifarmaco-resistente (MDR).

Ma il bisogno è enorme. Il distretto di Lubombo ha una popolazione che abita prevalentemente le campagne: degli oltre 230.000 abitanti solo 4.100 vivono a Siteki, gli altri sono distribuiti nel territorio collinare della regione. Tra i quattro distretti dello Swaziland il Lubombo è quello meno densamente abitato, con solo 38 abitanti ogni kmq. L’alta prevalenza dell’infezione da HIV è preoccupante: quasi una persona su tre ha il virus; i problemi legati alla vita precaria nelle campagne e i collegamenti difficili con le unità sanitarie richiedono poi interventi che pongano attenzioni speciali ai problemi di retention e di aderenza: fare in modo che nessun paziente sia perso ed abbandoni il trattamento. È questo uno dei punti di forza di DREAM, la cui esperienza si trova oggi a servizio dei pazienti in Swaziland.

La sfida è grande, già molti pazienti sono in cura e si prevede che il numero crescerà esponenzialmente nei prossimi mesi. DREAM in Swaziland cresce e, grazie alle targhe ora applicate, si vede!

NEWSLETTER

Mantieniti in contatto con DREAM